pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Planimetria catastale, cos'è e quando serve

Le planimetrie catastali sono dei documenti attraverso i quali è possibile ricavare importanti nozioni riguardanti la propria unità abitativa

Le planimetrie catastali sono uno strumento utilizzato dal catasto per poter identificare in maniera univoca ogni proprietà immobiliare situata all’interno dello stato italiano, in modo tale da fornire una documentazione completa in caso ve ne fosse bisogno. Questo documento inoltre ha diversi utilizzi, che possono essere essenziali per il calcolo delle tasse da pagare su una qualsiasi proprietà o a determinare la correttezza dei dati forniti al catasto nel momento in cui si va a registrare l’immobile stesso. Brevemente verrà spiegato cosa sia una planimetria catastale e a cosa serva, così da fugare ogni genere di dubbio. Molti effettivamente si chiedono cosa sia una planimetria catastale la prima volta che ne sentono parlare alla tv o vedono queste parole sul web. Per rispondere a questa semplice domanda si può dire che siano dei disegni tecnici dove vengono raffigurati gli immobili con tutte le misure, la suddivisione interna degli ambienti, i limiti e i contorni. Oltre a dare una rappresentazione grafica dello stabile, la planimetria catastale serve anche ad identificare l’utilizzo di ogni singola stanza all’interno dell’eventuale immobile, come bagno, ripostigli, cucina e così via.
In questo particolare documento vengono anche indicate le proprietà confinanti, le altezze di tutte le stanze o vani e anche il piano dell’immobile. Mediante la planimetria catastale inoltre si ha modo di conoscere l’esatta ubicazione dell’immobile preso in considerazione all’interno del territorio. Questo particolare dato è molto importante per il comune cittadino dal momento che serve a determinare il quantitativo di tasse che si andrà a pagare per il possesso della proprietà registrata. Le planimetrie quindi sono documenti e disegni tecnici realizzati in scala 1:200 contenenti i dati territoriali, i contorni di ogni singolo ambiente, le suddivisioni e destinazioni d'uso dei locali interni, i dati metrici e tutti gli identificativi catastali. Infine viene anche indicata la categoria dell’immobile, ossia l’utilizzo finale che il proprietario andrà a fare della sua proprietà. Esistono diverse classificazioni, e generalmente uno stabile può essere destinato ad uso abitativo o come ufficio, rientrando nella categoria A, come alloggio collettivo (rientrando nella categoria B) o in alternativa per usi commerciale o di altro tipo, rientrando a far parte della categoria C. È anche bene sapere che generalmente tutti gli immobili o le proprietà devono essere necessariamente iscritte all’ufficio del catasto per poter essere identificate in maniera corretta dallo stato.

Però, per quanto riguarda tutti gli edifici registrati prima dell'anno 1942, è necessario sapere che non serve richiedere autorizzazioni per modifiche edilizie. A questo punto una persona potrebbe chiedersi quando si deve necessariamente richiedere questa tipologia di documento e quanto costi il rilascio della planimetria da parte dell’ufficio del catasto. Per quanto concerne la seconda domanda si può dire che il costo sia pari a zero, infatti l’ente rilascia in maniera gratuita tutta la documentazione concernente la planimetria. Invece per gli utilizzi vi è da fare un discorso approfondito. Innanzitutto un cittadino è tenuto a presentare o richiedere la planimetria catastale per poter essere in grado di stipulare contratti per l’affitto, la vendita, l’acquisto e anche la donazione di un qualsiasi immobile, senza la quale non è possibile procedere con la corretta stipulazione del contratto appena citato. Altri utilizzi che si fanno della planimetria catastale sono sicuramente per informarsi sulle eventuali variazioni nella struttura dell’immobile stesso, come l’aggiunta di stanze o la costruzione di altri vani, che debbono essere necessariamente comunicati poi all’ufficio apposito.
Inoltre il cittadino potrà usufruire di questa documentazione per informarsi sul quantitativo di tasse da pagare allo stato per quanto concerne il possesso e l’utilizzo della suddetta proprietà. In tal caso si fa riferimento alle imposte come l’Imu, la Tasi (tassa sui servizi) e la Tari, ossia l’imposta sui rifiuti. Infine il cittadino deve necessariamente utilizzare i dati contenuti all’interno della planimetria per poter richiedere l’allacciamento delle utenze concernenti il gas, l’energia elettrica, telefono e internet e così via, e anche per poter avviare pratiche edilizie o richiedere certificazioni del medesimo settore. In questo caso è necessario dire che per poter ottenere licenze, nulla osta o Dia è necessario che sia presente la planimetria con tutti i dati corretti. Vi è anche da considerare che gli istituti bancari, al fine di concedere un prestito o mutuo ad una persona che ipoteca il proprio immobile, richiederà tutta la documentazione concernente la proprietà, compresa la planimetria. Infine è bene anche sapere che la planimetria catastale e più in generale l’ufficio del catasto non forniscono informazioni concernenti la situazione o prova giuridica della proprietà stessa, quindi informazioni come ipoteche o eventuali trascrizioni vengono conservate ed effettuate dalla agenzia delle entrate.
  • planimetrie catastali
  • a cosa serve la planimetria catastale

Potrebbe interessarti anche

Progettazione e design
Architettura e Design: 10 mosse per arredare casa con stile

L'architettura e il design consentono di rinnovare la casa e personalizzarla in base alle proprie esigenze. Per questo è fondamentale restare sempre aggiornati sulle varie idee ed i consigli per creare uno stile unico e di impatto. Ciò non significa dover avere un importante budget a disposizione, in quanto è possibile personalizzare gli ambienti e gli spazi con pochi e semplici tocchi di design,...

Progettazione e design
Architetto paesaggista: chi è e quando contattarlo

Che cosa è un architetto del paesaggio? Con le tante figure che popolano il mondo dell’edilizia, tra ingegneri e architetti di vario tipo, è naturale che molti si pongano questa domanda quando si sente parlare di questa figura professionale in particolare durante la navigazione su internet o in alternativa in televisione. Per fugare ogni dubbio e soddisfare ogni curiosità, verrà illustrato...

Progettazione e design
Certificazione Energetica: cos'è, quando serve e quanto costa

Che cosa è la certificazione energetica? Nell’ambiente immobiliare da qualche anno si sente parlare di questa tipologia di documento, che dal 2002 è stato previsto dalla normativa europea. L’Italia, per potersi adeguare alle decisioni del parlamento europeo ha emanato una serie di leggi e regole che regolano il rilascio di questa certificazione, creando una notevole confusione. Per soddisfare...