MAGAZINE
Logo Magazine

Porte interne: guida all'acquisto

Le porte non suddividono solo gli spazi di una casa ma possono diventare un ottimo elemento di arredo. Ecco una piccola guida per scegliere quelle più adatte ai vostri ambienti

Chiedi un preventivo per
SERRAMENTI
richiedi un preventivo gratis

Le porte sono il biglietto da visita della stanza in cui stiamo entrando, è per ciò molto importante che si accostino in maniera armoniosa al resto dell’arredamento.

Insieme ai pavimenti e al colore delle pareti, vengono scelte per prime, quando ancora la casa è spoglia e quindi saranno loro a dare l’impostazione della linea stilistica dell’appartamento.

La varietà di tipologie, materiali e colori è davvero molto vasta, in questo articolo cercheremo di illustrarne i tipi principali per aiutarvi a capire quale di queste fa al caso vostro.

Porte a battente

Partiamo subito dalla più classica delle soluzioni. Questa porta è attaccata ad un telaio tramite dei cardini che le permettono di essere aperta o chiusa tramite rotazione.

Se non avete bisogno di risparmiare spazio questa è l’opzione adatta a voi.

Porte scorrevoli

Eleganti e particolarmente indicate in caso di spazi ridotti. Si dividono in due tipologie: a scorrimento interno o esterno.

Nel primo caso dovranno essere realizzati dei lavori di muratura per inserire un controtelaio di 15 cm circa. Nel secondo caso, quello a scorrimento esterno, verrà posato un semplice telaio in metallo per permetterne lo spostamento.

Possono essere utilizzate per dividere due ambienti senza che risultino visivamente invasive, per questo viene spesso scelto il vetro come materiale di realizzazione. Pensiamo ad esempio a una cucina a vista sul salotto, utilizzare una porta a vetri permette di mantenere un’idea di spazio aperto e luminoso, proteggendo mobili e persone dai fumi e dagli odori della cucina.

Se vi sentite particolarmente estrosi potete orientarvi su una porta a vetro decorato per dare alla vostra casa uno stile più caldo e retrò.

Porte a soffietto

Un altro rimedio ottimale per risparmiare spazio è quello di adoperare le porte a soffietto. Vengono preferibilmente utilizzate per locali di servizio. Il materiale più usato di solito è la plastica proprio perché vengono destinate ad ambienti meno in vista. La loro installazione non richiede lavori di muratura invasiva in quanto basterà ancorare la porta al telaio attraverso dei cardini. Tutto ciò le rende molto rapide da installare e molto economiche.

Porte a libro

Possiamo definirla una possibilità intermedia tra tutte quelle precedentemente elencate. I suoi punti forti sono la rapidità di montaggio senza lavori di muratura dedicati, visto che richiede solo un telaio collegato alla porta tramite cardini e il movimento di apertura e chiusura viene consentito da un binario posto nella parte superiore. La versatilità di questo complemento d’arredo la rende molto utilizzata anche come anta per armadi e cabine.

Tutte le porte che abbiamo visto finora possono essere declinate nei materiali e nelle colorazioni più varie.

Le tre tipologie più utilizzate sono:

– Il vetro, che detiene il primato dell’eleganza. Si adatta ha diversi stili e può essere combinato con altri materiali per renderlo più caldo o più moderno a seconda del gusto personale.

– Il legno è sempre un grande classico, che si adatta senza particolare sforzo ad ogni ambiente dandogli immediatamente un aspetto accogliente.

– La lacca vi permetterà di dare sfogo alla vostra fantasia. In caso di un ambiente molto carico potrà essere scelta bianca per riequilibrare i vari elementi della stanza, mentre sceglierla colorata vivacizzerà immediatamente l’ambiente.

 

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a SERRAMENTI
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali