Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

MAGAZINE

chiedi preventivo

Rasatura muro esterno: cos’è, come si fa e tutti i dettagli

La rasatura del muro è la procedura indispensabile per recuperare una parete esterna deteriorata e invecchiata: vediamo come funziona nel dettaglio

rasatura muro
Chiedi un preventivo per ESTERNI richiedi un preventivo gratis

Per recuperare e rimettere a nuovo il muro esterno di una casa è indispensabile eseguire la rasatura del muro e ripararne le eventuali crepe. Se il come rasare un muro è un’operazione semplice in fondo, farlo bene non è invece cosa scontata.

Il procedimento, infatti, richiede una certa esperienza e, proprio per questo motivo, di solito si consiglia di rivolgersi a dei professionisti del settore evitando assolutamente il fai da te, soprattutto per le pareti esterne.

La manualità, infatti, è un elemento indispensabile per ottenere un buon lavoro. I muri esterni di una casa sono la parte più esposta alle intemperie e di conseguenza possono facilmente subire i danni dell’umidità, delle muffe, delle infiltrazioni, dei muschi.

La rasatura consente di rimuovere la parte deteriorata dell’intonaco e di rimetterla a nuovo, riparando anche le eventuali crepe e rendendo la struttura più stabile e resistente. Un esperto, in base ai casi, sceglierà i prodotti più adeguati per ottimizzare le prestazioni dei muri esterni.

Recuperare un muro esterno: come rasare una parete

La rasatura delle pareti è quel processo che permette di dare alla parete la porosità adatta a ospitare una nuova copertura. Ogni fase di questa operazione è importante per un buon risultato, un errore in uno solo degli step può comprometterne invece l’esito.

La prima fase per rasare un muro prevede l’uso di mazzetta, scalpello e strumenti appositi per la rimozione dello strato più superficiale del muro. Se la parete è molto deteriorata e cedevole basterà poco sforzo per vedere il tutto scrostarsi facilmente. Una volta tolto l’intonaco esterno, la superficie è irregolare e davvero molto polverosa.

Utilizzando una spatola è possibile rimuovere i frammenti restati ancora attaccati, per un lavoro di fino. Con un pannello asciutto o uno strumento professionale ad aria compressa si toglie la polvere che altrimenti impedisce alla nuova vernice di attaccare bene. Terminata questa fase si procede con la vera e propria ricostruzione del muro con cemento, resine o vernici.

Ricostruzione della parete

Una volta preparato il cemento il professionista procede applicandolo sulla superficie, affinché sia omogenea. Il cemento è un po’ più denso rispetto al solito in modo che applicato sulla parete verticale non coli, ma resti ben attaccato. Per favorire questo talvolta si impiega un liquido fissativo. Se ci sono particolari problemi di muffa o umidità al cemento è possibile aggiungere un prodotto apposito antimuffa.

Nell’applicazione della malta si continua a passare la spatola, così da avere una superficie liscia, perfettamente perpendicolare col pavimento. La pressione deve essere costante, per riempire ogni rientranza. Ogni strato applicato va lasciato asciugare bene. Fra uno strato e l’altro si applica un fissativo.

Se sono presenti imperfezioni o crepe di lieve entità dopo la rasatura del muro è possibile lisciare la parete utilizzando dello stucco di copertura, se invece si tratta di problemi maggiori vanno usati prodotti differenti per una soluzione risolutiva. Una volta colmate le crepe e ottenuta una superficie liscia è possibile tinteggiare i muri della colorazione prescelta.

Richiedi un preventivo gratuito e trova la soluzione più adatta alle tue esigenze.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a ESTERNI

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • rasatura muro
  • rasatura pareti
  • rasare muro