Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

MAGAZINE

chiedi preventivo

Pareti divisorie mobili: 10 idee per separare ambienti con stile

Le pareti divisorie mobili sono un’ottima soluzione per suddividere gli ambienti della propria casa con stile.

Pareti divisorie mobili: 10 idee per separare gli ambienti con stile
Chiedi un preventivo per INTERNI richiedi un preventivo gratis

Spesso si ha la necessità di suddividere gli spazi aperti della propria abitazione in zone ben definite senza dover ricorrere ad opere in muratura. Le pareti divisorie mobili sono un’ottima soluzione per suddividere gli ambienti della propria casa con stile.

Qui sotto trovi 10 idee fantastiche per creare dei nuovi spazi all’interno della tua casa.

Open space, un’elegante alternativa agli spazi chiusi

Oggi, nelle abitazioni, e in particolare nella zona giorno delle case, si preferisce avere dei grandi spazi aperti, i cosiddetti open space, piuttosto che tirare su delle pareti per suddividere gli ambienti.

Questo perché l’open space permette di sfruttare al meglio ogni centimetro di spazio e di avere stanze meglio illuminate. A volte, si ha comunque la necessità di suddividere gli spazi, senza per questo dover adottare soluzioni definitive.

Mentre tra la cucina e la sala potrebbe essere preferibile realizzare dei muretti divisori da interno, in altre aree è possibile ricorrere a delle soluzioni meno definitive, che sono costituite principalmente dalle pareti divisorie mobili.

Pareti divisorie mobili: come utilizzarle per suddividere gli spazi

Le pareti divisorie mobili si trovano in diverse forme e dimensioni. Possono essere in vetro, in legno, in plastica, lisce o traforate. Possono essere anche oggetti di arredamento,come librerie o pareti attrezzate.

Qualsiasi sia la loro forma, sono la soluzione più pratica, e non definitiva, per ricavare degli spazi chiusi in un ambiente aperto come quello dell’open space: una zona relax, ad esempio, ma anche un piccolo studio, una zona pranzo o un’area gioco per i bambini.

10 idee fantastiche per creare dei nuovi spazi all’interno della tua casa

Ma come si utilizzano, nella pratica, le pareti divisorie mobili? Ecco 10 esempi di come le puoi utilizzare per suddividere gli ambienti della tua casa:

1. Scaffali e librerie

Scaffali e librerie sono le soluzioni più facili, pratiche ed eleganti che puoi adottare per dividere gli spazi della tua abitazione. Ad esempio per separare la zona pranzo dalla zona relax.

Se vuoi creare una divisione più netta, puoi utilizzare scaffali alti, che raggiungono il soffitto; se, invece, hai necessità di delineare meglio gli spazi, mantenendo comunque un’apparenza di ambiente aperto, puoi servirti di mobili più bassi.

2. Pannelli divisori in legno

Un’altra soluzione pratica e di stile per dividere gli ambienti di un’abitazione sono i pannelli divisori in legno. Anche in questo caso, le possibilità sono pressoché infinite.

Solitamente questi pannelli, che possono essere in legno, chiaro, scuro, laccato; interi o traforati, sono alti fino al soffitto. È possibile servir sene, ad esempio, per dividere un’area adibita a studio da una zona relax, ma anche per separare una parte della cucina dalla sala.

3. Pareti divisorie in carta o bambù

Sono pratiche, economiche e belle da vedere. Le pareti divisorie mobili in carta sono un’ottima idea per creare uno spazio ben definito in una parte della casa senza adottare soluzioni troppo definitive e onerose.

4. Divisori per ambienti in vetro

Sono dei veri e propri pannelli di vetro, che possono essere lisci o zigrinati, decorati o semplici. I vetri meno elaborati sono l’ideale per separare la cucina dalla sala, mentre quelli decorati possono essere più adatti per suddividere in maniera più netta alcuni spazi, ad esempio per separare l’ingresso da una zona relax.

5. Pareti mobili scorrevoli

Le pareti mobili scorrevoli sono delle ottime alleate quando si ha uno spazio grande e ci si vuole ricavare uno studio o una camera da letto senza dover tirare su una parete in muratura.

6. Pareti mobili a soffietto o richiudibili

Queste pareti, che possono essere in plastica o in legno, vanno bene per creare delle divisioni temporanee. All’occorrenza, infatti, possono essere ridotte, e consentono di recuperare spazio.

7. Pannelli richiudibili e separé

Dal gusto un po’ retrò, i pannelli richiudibili e i separé sono degli ottimi alleati per creare degli spazi chiusi non definitivi in qualsiasi zona della casa. Anche in bagno e in camera da letto.

Per quanto riguarda i materiali, solitamente hanno un telaio in legno, in metallo o in plastica; la parte centrale, invece, può essere in stoffa, plastica e persino carta.

8. Divisori per ambienti in ferro battuto

Se desideri realizzare una parete divisoria dall’aria tradizionale per la tua casa in stile classico puoi scegliere come soluzione il ferro battuto.

Alcuni utilizzano anche dei semplici listelli in metallo, che, invece, sono più indicati per un abitazione dallo stile più moderno.

9. Pareti divisorie mobili in corda

Le pareti divisorie mobili in corda sono un metodo decisamente inusuale, ma di sicuro effetto, per suddividere in maniera creativa gli spazi di un’abitazione, che non stonano neanche in ambienti dall’aria moderna.

10. Tendoni

Chi l’ha detto che le tende stanno bene solo appese alle finestre? Un tendone è una soluzione un po’ diversa per suddividere gli spazi di una stanza, in particolare di una camera da letto ma, perché no, anche di una zona giorno.

Cosa ne pensi, ti sono piaciute le nostre idee per dividere gli spazi della tua casa con le pareti divisorie mobili?

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a INTERNI

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA