MAGAZINE
Logo Magazine

Tutto quello che c'è da sapere sull'installazione della canna fumaria

Che cosa sapere sull'installazione della canna fumaria? Scopri in questo articolo la normativa, i costi, i passaggi e i controlli che bisogna eseguire

Chiedi un preventivo per
installazione canna fumaria
richiedi un preventivo gratis

Sia che si tratti di un’installazione di una canna fumaria di stufa a pellet o a legna -o di una miglioria- bisogna poter contare su una canna fumaria a norma che espelle correttamente i fumi generati dalla combustione attraverso il tiraggio, che nient’altro è se non il processo di espirazione d’aria calda verso l’alto. La canna fumaria si compone di 3 parti: il raccordo, ossia un tubo di collegamento tra il generatore di calore e il caminetto), la canna fumaria, ovvero la sezione verticale, infine il comignolo, l’elemento terminale della canna fumaria che fuori esce dal tetto. Per i dispositivi a legna o pellet sono vietate le canne fumarie collettive: ogni stufa – e ogni caminetto – dovrà obbligatoriamente avere una propria canna fumaria dedicata. 

Prima dell’installazione: conoscere le norme

È doveroso attenersi alla corretta installazione della canna fumaria secondo normativa vigente non solo per il rispetto degli obblighi di legge, ma anche per un senso di responsabilità sociale in quanto un’errata d’installazione potrebbe rivelarsi un pericolo per tutti. La messa in opera varia a seconda della tipologia di abitazione: privata, bi-familiare o condominio. A tal proposito, è fondamentale prestare attenzione all’altezza della canna e alla distanza dalle mura in caso si tratti di un’installazione di una canna fumaria esterna. Le canne fumarie possono essere infatti collocate sia all’interno delle murature -dove si richiedono opere edilizie complementari- sia all’esterno.

È bene dare importanza quindi alla fase progettuale, bisogna evitare di conferire una forma rettangolare o quadrata da sostituire con quella circolare in modo da garantire una risalita più agevole. Una regola generale a cui attenersi è che il tiraggio aumenta proporzionalmente con la temperatura e l’altezza della canna fumaria. Per avere un’ottima combustione, il tiraggio non deve essere né troppo lento né troppo veloce, in quest’ultimo caso brucerebbe velocemente il combustibile e potresti aver bisogno di installare un regolatore di tiraggio.

Sarà necessario valutare anche gli aspetti climatici: il vento, la temperatura e la pressione nella fattispecie. Nelle giornate fredde, ad esempio, il tiraggio sarà maggiore in quanto risente della differenza di temperatura tra i fumi caldi espulsi e la temperatura fredda all’esterno. Al contrario, nelle giornate ventose si avrà un cattivo tiraggio a cui ovviare tramite una canna fumaria senza strozzature e con una struttura rugosa per combattere le turbolenze.

Normative in materia e costi

Ad influenzare in modo prioritario la scelta sarà la normativa, che dichiara l’altezza innanzitutto -che deve essere inversamente proporzionale alla sezione interna del condotto fumario- così come la forma e il materiale costruttivo. La normativa è incredibilmente estesa, il consiglio è di fare riferimento al Decreto del Presidente della Repubblica n. 412 del 1993 e alle normative UNI 7129, UNI 10460, UNI 10461 e UNI EN 13384-2:2009. Per quanto i permessi, è necessario disporre del permesso di costruire, quando la canna fumaria è di dimensioni notevoli, sfocia sul tetto e incide significativamente sulla sagoma dell’edificio; e della SCIA, in tutti gli altri casi (ossia quando le dimensioni sono contenute, ha lo sbocco sulla facciata e non incide significativa sulla sagoma dell’edificio). Si tratta di una norma estesa e variabile da caso a caso: l’installazione di una canna fumari a condensazione, ad esempio, a differenza delle altre caldaie, presenta alcune differenze che incidono sulla progettazione e sul funzionamento dell’impianto di evacuazione dei prodotti della combustione. Difficile, riguardo i prezzi, dare una cifra unica anche considerando le varie tipologie, visto l’impatto che esercita sui costi l’opera muraria. Tuttavia, l’installazione di una canna fumaria ha un prezzo variabile tra i 75,00 € e i 500,00 €. Per maggiori informazioni, richiedi un preventivo senza impegno su PG Casa.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a installazione canna fumaria
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali